Chris Silver T + Mauro Sambo – …che il sapore dell’aria possa appoggiarsi alle labbra

[pn138]

Chris Silver T + Mauro Sambo

“…che il sapore dell’aria possa appoggiarsi alle labbra”

“In un arco temporale molto breve” (a Chris & Mauro).

Quando Il corpo si separa dalla mente e nuovi spazi si formano

Tu respira…

lascia passare l’aria e inoltrarsi l’ombra…

…aria

la mente si domanda cos’è questa massa di carne, ossa e tendini che deve far muovere, spostare…
Una massa in perenne fermento, sempre tesa.

Perché?

Il corpo dal canto suo si sente privato di senso, quasi un intruso, un peso per quel mondo
metafisico verso cui la mente tende.

E’ di troppo?

Piccole scosse muovono le dita, che lasciate a loro stesse si erano addormentate,
forse un tentativo della mente di abbandonarle…

l’aria si appoggia alle labbra e il naso freme per quel sentore, forse più un ricordo,
di incenso, tenue ma insistente.

Un lungo respiro sposta i polmoni e ossigena…

Tu respira…

ora si che…

“…cos’era quel suono? Hanno bussato?…No, non dovrebbe essere già qui…”

La gola stretta in una morsa, una sensazione di brivido che corre lungo lo stomaco e lo sterno.

L’esterno che risveglia l’interno.

Non è possibile lasciarlo indietro quel corpo… dietro la porta qualcuno lo aspetta…

ritorna a terra, con i piedi saldi, i sensi allerta, il cuore fremente.

Matilde Sambo
https://www.matildesambo.com
(Milán, Italia. Milano, Italy. Diciembre / December, 2018)

Button: by-nc-sa